Test a digiuno della glicemia

Il test a digiuno della glicemia o IFG (Impaired Fasting Glucose) valuta i livelli di glucosio nel sangue a stomaco vuoto.
È un test particolarmente semplice che consiste in un prelievo di sangue da una vena del braccio e consente di stabilire il livello dello zucchero nel sangue.
Viene normalmente eseguito in laboratorio, nei poliambulatori, negli ospedali e nelle cliniche e recentemente anche nelle Farmacie più attrezzate. Oggigiorno anche molti medici di medicina generale dispongono di apparecchi atti a misurare la glicemia e possono effettuare immediatamente il test, senza che sia necessario rivolgersi a un laboratorio di analisi.
Se si scopre di essere diabetici esistono poi dei kit o dei glucometri che consentono di misurare regolarmente la glicemia a casa propria (Vedi Glicometro e automonitoraggio della glicemia).

I valori della glicemia sono normali se compresi nell’intervallo di 60-110 mg/dl, alterati quando si trovano nell’intervallo 110-125 mg/dl (in questo caso si parla di prediabete che va tenuto sotto controllo come vi indicherà il medico) ed espressivi di diabete conclamato quando sono uguali o superano i 126 mg/dl a digiuno.
L’esame a digiuno della glicemia

Che cosa valuta
  • I livelli di glucosio nel sangue, a digiuno
Come si esegue
  • Un semplice prelievo di sangue da una vena del braccio permette di stabilire il livello dello zucchero in circolazione nel sangue
Dove si esegue
  • In laboratorio, nei poliambulatori, in ospedale/clinica
  • Se si scopre di essere diabetici, esistono poi dei kit particolari che permettono di misurare la glicemia direttamente a casa propria, mediante l’utilizzo di alcuni stick reattivi
I valori di riferimento
  • NORMALITÀ A DIGIUNO  →  Glicemia  = 60-110 mg/dL
  • ALTERATA GLICEMIA A DIGIUNO  →  Glicemia  = 110-125 mg/dL
  • DIABETE  →  Glicemia  ≥ 126mg/dL

 

Potrebbero interessarti

  • 26 giugno 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 6 luglio 2017I.M.L. – Cooperativa Iniziativa Medica LombardaIML, iniziativa no profit, è in grado di offrire ai medici di famiglia tutti gli strumenti necessari per la gestione della cronicità che, da soli, non potrebbero avere. Si occupa della fornitura di strumenti informatici sempre più avanzati e di supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina. Posted in Regioni
  • 16 giugno 2017Il mondo invecchia: assistenza e gestione dell’anzianoDall’Osservatorio Nazionale della salute della DonnA (ONDA) la fotografia della “generazione d’argento”. Il 43% degli over 70 dichiara di essere soddisfatto della propria vita, 4 su 5 affermano di essere autosufficienti. Posted in Italia