Troppa sedentarietà aumenta il rischio di morte prematura

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori del Baker Idi Heart and Diabetes Institute di Victoria, in Australia, confermerebbe l’ipotesi che lo stile di vita troppo sedentario tipico della società moderna aumenti il rischio di morire prematuramente.
Dopo aver arruolato 3846 uomini e 4954 donne con età superiore a 25 anni e senza precedenti problemi di cuore, i ricercatori hanno infatti osservato che, nell’arco di 7 anni (dal 1999 al 2006) ben 284 individui sono deceduti, 87 dei quali a causa di malattie dell’apparato cardiocircolatorio. I soggetti erano stati precedentemente suddivisi in tre gruppi, in base alle ore trascorse giornalmente davanti alla tv (meno di 2, da 2 a 4 e più di 4) e il follow-up ha mostrato una correlazione diretta tra il tempo trascorso seduti e il rischio di mortalità precoce, tanto che ogni ora spesa davanti alla tv o al computer aumenterebbe dell’11% questo rischio. Trascorrere 4 ore al giorno seduti comporterebbe quindi un rischio maggiore (46% in più) di morire precocemente  e di essere colto da morte improvvisa (80% in più) rispetto a chi conduce una vita più attiva.

 

 
Fonte: 10 aprile 2010, www.tantasalute.it

Potrebbero interessarti

  • 11 dicembre 2017Diabete tipo 2: il rischio cardiovascolare viene sottovalutatoLe persone con diabete di tipo 2 (DT2) non sono consapevoli del rischio cardiovascolare correlato alla malattia. È uno dei risultati preliminari dell’indagine “Taking Diabetes to Heart” presentati all’ultimo congresso dell’International Diabetes Federation (IDF) 2017. Posted in Pressione - Ipertensione arteriosa
  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 10 ottobre 2017“Muoviti-muoviti”: cultura del movimento al Pini-CTO di MilanoQuando l’attività fisica aiuta a contrastare l’evoluzione delle malattie croniche. L’iniziativa si è svolta sabato 7 ottobre 2017 a Milano: un’intera giornata dedicata alla cultura del movimento che ha visto gli specialisti del Pini-CTO disponibili a rispondere a dubbi e domande della cittadinanza. La manifestazione, gratuita e aperta a tutti, è stata promossa da SIMFER, Happy Ageing e […] Posted in Movimento