Allenamento Diabete tipo 2 – La 3° lezione con Matteo (Diabet Health 2)

Allenamento Diabete tipo 2 – La 3° lezione con Matteo (Diabet Health 2)

Ecco la terza proposta di allenamento da eseguire a casa pensato per le persone con diabete mellito tipo 2, pre-diabete o alterazioni del metabolismo glucidico, proposto dell’Health Tutor della palestra Stilnuovo**, Matteo Cammerata, specialista in scienze motorie.

 

Anche questo allenamento segue i principi dell’allenamento funzionale.

La sessione è composta da:

  • una fase a terra di allungamento e mobilità;
  • una fase a terra di attivazione dei muscoli stabilizzatori del tronco;
  • una fase aerobica in piedi, seguita da una parte a circuito a corpo libero;
  • una fase di defaticamento a terra che conclude l’allenamento.

 

Le prime due fasi a terra hanno una scarso impegno cardio-respiratorio, con basse variazioni della frequenza cardiaca. Ciò che si può verificare è  un aumento della pressione arteriosa, soprattutto durante l’attivazione dove lavoriamo con delle isometrie. È per questo fondamentale prestare attenzione alla fase iniziale, curando adeguatamente la respirazione per preparare il corpo al lavoro successivo.

In caso di un volume addominale importante (grasso addominale), la posizione supina può comportare dei fastidi alla respirazione. Qualora si presentino sintomi di dispnea, con difficoltà nella gestione del respiro, è opportuno adattare la proposta di lavoro.

 

La fase aerobica ha il compito di ‘scaldare’ il corpo e preparare i muscoli all’utilizzo degli zuccheri. È importante che l’intensità di questo lavoro non sia eccessiva. Se arriviamo troppo stanchi e provati alla fase di tonificazione, è probabile non riuscire ad eseguire correttamente gli esercizi proposti. Può essere pertanto utile monitorare la propria frequenza cardiaca durante l’allenamento. C’è infatti una correlazione piuttosto diretta tra l’intensità di lavoro aerobico e i valori della frequenza cardiaca. È consigliato mantenere il 65-75% della frequenza cardiaca massima durante la fase aerobica per l’ottimizzazione del metabolismo glucidico.

 

Per chi non possedesse un cardiofrequenzimentro può far riferimento alla capacità di parlare durante l’attività. È necessario provare un certo grado di fatica mentre ci muoviamo, ma dobbiamo rimanere capaci di parlare ad alta voce senza troppe difficoltà. Se ci accorgiamo di non avere abbastanza fiato, allora è il caso di diminuire la velocità di esecuzione, apportare una regressione all’esercizio oppure di fermarsi. Al contrario, se non viene percepito alcuno sforzo, allora possiamo aumentare la velocità esecutiva, il carico, oppure effettuare una progressione, come spiega Matteo durante l’allenamento proposto nel video allegato.

 

Per eventuali dubbi sull’utilizzo di un cardiofrequenzimetro, sul calcolo teorico della propria frequenza cardiaca massima (FCMax) o su altre regressioni/progressioni di esercizio, vi consigliamo sempre di contattarci.

 

Buon allenamento da tutto il Team Stilnuovo.

 

 

GUARDA IL VIDEO DELLA 3° LEZIONE
Percorso prevenzione e salute Stilnuovo – Diabet Health 1
LEZIONE 3 → 
https://youtu.be/Isin4yJbHIo

 Allenamento Diabete tipo 2 – La 3° lezione con Matteo (Diabet Health 2)

 

 

HAI PERSO I VIDEO DELLE LEZIONI PRECEDENTI?

Niente paura, puoi guardarli quando vuoi.

 

 

VUOI CONTATTARE STILNUOVO, LA PALESTRA DELLA SALUTE?

Ecco tutti i riferimenti per i contatti

@stilnuovohealthfitnessclub
? 055 573683
? 393 941 0448
? info@stilnuovo.org
? www.stilnuovo.org

 

 

 

**  Fosse solo una palestra, non si chiamerebbe Stilnuovo. La squadra di professionisti di Stilnuovo, composta da tecnici federali, laureati e specializzati in scienze motorie, progetta, realizza e promuove attività motorie e sportive caratterizzate in particolare da progressioni e protocolli di allenamento mirati alla prevenzione al fine di mantenere un buono stato di salute dei propri tesserati-iscritti. Nel farlo, Stilnuovo, la palestra della salute, si affida a una continua ricerca tecnico-scientifica, all’utilizzo di tecnologia all’avanguardia, alla collaborazione con il mondo sanitario ed universitario, alla cura degli elementi ludico-ricreativi propri dello sport e all’estrema attenzione nell’architettura dei nostri ambienti. Non dimentichiamo l’importanza di creare emozioni, proponendo esperienze fitness dinamiche e coinvolgenti, per trasmettere così l’importanza del movimento a tutti i livelli, indipendentemente dall’età o dalle qualità fisiche. Diffondiamo la cultura dello sport e promuoviamo la pratica di esso come fattore di formazione e di benessere psico-fisico, morale e sociale. Mettiamo lo sport al servizio della cultura e della salute al fine di migliorare la qualità della vita… Health Sport Fitness.

 

 

Potrebbero interessarti