Il team diabetologico

Considerando il rischio di complicanze a cui va incontro il soggetto diabetico, e riflettendo sul fatto che spesso il diabete si associa ad altre malattie (insufficienza renale, malattie cardiovascolari, retinopatia etc) e fattori di rischio cardiovascolare (per es. obesità, ipertensione, ipercolesterolemia, etc), l’approccio terapeutico dovrebbe essere integrato, ovvero dovrebbe prevedere la creazione di un vero e proprio team diabetologico, almeno nei casi più complessi o di maggiore difficoltà nel raggiungere un buon controllo della malattia.
Un tale approccio implica il coinvolgimento di molti operatori sanitari che operano ciascuno in ambienti diversi in modo da prendersi cura del soggetto diabetico nella sua globalità.

Un approccio di questo genere si è andato progressivamente confermando in questi anni come il percorso più valido per fornire al soggetto diabetico un’educazione mirata sulla propria salute, un adeguato programma alimentare e di attività fisica e, non meno importante, un sostegno psicologico efficace. Questi concetti sono stati anche ribaditi nelle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e di autorevoli organismi istituzionali italiani (AMD, Associazione Medici Diabetologi, SID, Società Italiana di Diabetologia, SIMG, Società Italiana di Medicina Generale).

L’obiettivo finale del team è quello di aiutare nel modo più completo possibile il soggetto diabetico a conoscere la propria malattia e a riuscire ad autogestirla, in maniera consapevole ed autonoma, fornendo in ogni momento un supporto di riferimento specifico per il diabetico e per i suoi familiari.

 

ruoloInsGlu_r2_c2

 

Potrebbero interessarti

  • 30 aprile 2018L’impatto del diabete in Italia3,27 milioni di persone dichiarano di avere il diabete, ovvero 1 persona su 18 (5,4%) e 1 persona su 6 se consideriamo gli anziani di 65 anni e oltre; 1 milione sono le persone che non sanno di avere il diabete; 4 milioni sono le persone ad alto rischio di sviluppare il diabete; su 10 persone con diabete, il 40% ha più di 75 anni; 400.000 le persone con diabete che hanno avuto un […] Posted in Italia
  • 12 aprile 2018Il Centro Servizi di IML: una risposta concreta ai bisogni dei pazienti cronici in LombardiaDa oggi, in Lombardia, i cittadini affetti da cronicità, che sceglieranno il Medico di Medicina Generale (MMG) associato a IML – Iniziativa Medica Lombarda come gestore del proprio piano di cure, potranno contare sul Centro Servizi messo a disposizione dalla cooperativa per le province di Milano, Bergamo, Brescia, Mantova, Monza, Como e Sondrio. Posted in Regioni
  • 20 maggio 2018Nuove terapie anti-colesterolo: gli inibitori della PCSK9Tra le novità degli Standard di Cura per il diabete, Revisione 2018 (le linee guida italiane redatte in maniera congiunta dalle due società scientifiche SID e AMD) ci sono anche gli inibitori della PCSK9, anticorpi monoclonali capaci di inibire la funzione della PCSK9, una proteina che impedisce ai recettori del colesterolo LDL (C-LDL, colesterolo cattivo) di tornare in superficie per […] Posted in Terapia