I dati epidemiologici del diabete mellito di tipo 1 in Italia

Il controllo sistematico nei bambini dei nuovi casi di Diabete mellito di tipo 1 (Dm1) ha una grande importanza, non solo per lo studio delle cause della malattia, ma anche per avviare politiche di prevenzione e di cura; poiché non sono disponibili dati sull’incidenza di questa malattia nel nostro paese, il Cnesps-Iss (Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità), ha svolto uno studio su questo argomento, utilizzando le Schede di Dimissione Ospedaliera (Sdo), al fine di misurare il numero di ricoveri causati da Dm1 di bambini di età fra zero e quattro anni.

I dati sono stati classificati sia su base nazionale che regionale.
Dallo studio, che è stato condotto in collaborazione con Diabetologi pediatri della Seconda Università di Napoli e dell’Università degli Studi di Padova, è emerso che l’incidenza media nazionale, fra il 2005 e il 2010, è stata del 13,4 ogni 100mila casi, con un picco del 55,6 per 100mila in Sardegna; i valori più alti si registrano nelle regioni meridionali, e la frequenza è maggiore nei maschi (14,1) rispetto alle femmine (12,7).
Monica Vichi, dell’Ufficio Statistico del Cnesps-Iss, e Lorenza Nisticò, di Epidemiologia Genetica dello stesso ente, commentano: «Questi dati ben si accordano alle stime di incidenza fornite per alcune regioni italiane da altri studi che hanno usato diversi metodi di calcolo, dimostrando che il database Sdo, quando sottoposto a stringenti criteri di selezione, è un utile strumento a basso costo per il monitoraggio del Dm1 infantile».
Il diabete mellito di tipo 1 è una malattia autoimmune caratterizzata dalla distruzione delle cellule beta pancreatiche, che producono insulina; compare soprattutto nell’infanzia e ha una diffusione geograficamente molto irregolare, ma la tendenza della patologia è in continuo aumento a causa del cambiamento degli stili di vita e dei fattori ambientali. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Acta Diabetologica.
Fonte
Vichi M et al – An easy, fast, effective tool to monitor the incidence of type 1 diabetes among children aged 0-4 years in Italy: the Italian Hospital Discharge Registry (IHDR). Acta Diabetol. 2014 Jan 29. [Epub ahead of print]

Potrebbero interessarti

  • 7 dicembre 2017In Italia, il diabete è tra i temi di salute più ricercati sul webSecondo la 4° edizione del Diabetes Web Observatory, 2017 si ricerca in rete più al Sud, in particolare in Calabria, Puglia, Basilicata. Il 75 per cento delle persone utilizza le app per raccogliere e condividere informazioni sul mondo del diabete, in base all’osservatorio Diabetes Monitor, 6° Ed, 2017. Le persone con diabete sentono di più il bisogno di discutere con il proprio medico […] Posted in Italia
  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 23 ottobre 2017#GMD17/#WDD17 – La giornata mondiale del diabete 2017La giornata mondiale del diabete – il 14 novembre 2017 - quest’anno è dedicata alle donne. In realtà la campagna di sensibilizzazione “IL NOSTRO DIRITTO AD UN FUTURO PIÚ SANO. AGISCI OGGI PER CAMBIARE DOMANI” durerà dal 6 al 18 novembre 2017. Posted in EVENTI - 2017