Migliorare l’ambiente aumentando il verde diminuisce il rischio di diabete

La rivista Diabetes Care ha pubblicato uno studio australiano secondo cui l’incidenza di diabete mellito di tipo 2 (Dmt2) si riduce nelle zone in cui ci sono più spazi verdi e aperti; il primo autore dello studio, il docente in Scienza della Salute all’University of Western Sindey, Thomas Astell-Burt, spiega: «Il diabete di tipo 2 è una malattia prevenibile, ma il suo crescente peso in termini numerici ed economici lascia prevedere un futuro poco sostenibile in tutto il mondo per i sistemi di assistenza sanitaria». Dai risultati di un altro studio appena pubblicato, emerge che il degrado urbano aumenta negli abitanti il rischio di obesità e di Dmt2; Astell-Burt aggiunge: «Altre ricerche suggeriscono che gli interventi preventivi sul diabete funzionano meglio se chi vi partecipa vive in ambienti prossimi a parchi e spazi verdi, che favoriscono uno stile di vita attivo. Calcolando con i dati dell’Australian Bureau of Statistics la quantità di spazi verdi a disposizione di ciascuno, e incrociandola con la frequenza di Dmt2, abbiamo scoperto che i tassi di malattia si abbassano con l’aumentare delle zone aperte. La programmazione di investimenti e strategie per promuovere l’accesso alla natura è quindi un importante strumento di prevenzione sanitaria per favorire gli stili di vita sani, che sono essenziali per combattere l’attuale epidemia di obesità e di diabete di tipo 2».
I ricercatori australiani hanno elaborato i dati relativi a quasi 270mila (267.072) persone inserite nel 45 and Up Study, la più vasta ricerca dell’emisfero australe sullo stato di salute degli ultra-quarantacinquenni, e su come invecchiare in salute; è stato rilevato che nelle zone con meno del 20% di aree verdi l’incidenza di diabete era del 9,1%, ma scendeva all’8% fra chi viveva in zone in cui il verde saliva al 40%. Inoltre è risultato che fra gli abitanti delle zone più verdi è minore il numero di quelli che hanno una dieta ricca di grassi e di fumatori, ed è maggiore il numero di quelli che hanno più porzioni di frutta e verdura nella loro dieta giornaliera.

 

Fonte
Is neighbourhood green space associated with a lower risk of Type 2 Diabetes Mellitus? Evidence from 267,072 Australians T Astell-Burt, X Feng GS Kolt. Diabetes Care 2013; DOI:10.2337/dc13-1325

Potrebbero interessarti

  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 16 ottobre 201714-20 novembre 2017: nelle farmacie aderenti, screening gratuito della glicemiaDiabete: in occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2017, è prevista la prima Campagna Nazionale di Screening nelle Farmacie aderenti. Dal 14 al 20 novembre, offriranno gratuitamente l’autoanalisi della glicemia ai cittadini che lo desiderano e li sottoporranno a un questionario anonimo. Posted in NEWS - 2017
  • 23 ottobre 2017#GMD17/#WDD17 – La giornata mondiale del diabete 2017La giornata mondiale del diabete – il 14 novembre 2017 - quest’anno è dedicata alle donne. In realtà la campagna di sensibilizzazione “IL NOSTRO DIRITTO AD UN FUTURO PIÚ SANO. AGISCI OGGI PER CAMBIARE DOMANI” durerà dal 6 al 18 novembre 2017. Posted in EVENTI - 2017