Allenamento a intervalli ad alta intensità che combina canottaggio e ciclismo: i vantaggi nel DT2

Allenamento a intervalli ad alta intensità che combina canottaggio e ciclismo: i vantaggi nel DT2

Con la consulenza del dr. Matteo Cammarata, Specialista in Scienze Motorie, Stilnuovo Palestra della Salute**, Firenze

 

L’allenamento ad intervalli ad alta intensità (HIIT) che combina ciclismo e canottaggio migliora notevolmente la sensibilità all’insulina, la composizione corporea e l’idoneità cardiorespiratoria in caso di obesità e diabete tipo 2 (DT2). È quanto emerso da nuova ricerca danese presentata al Congresso Annuale dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete 2020 (#EASD2020) e condotta da Maria Petersen e Colleghi al Steno Diabetes Centre Odense, Odense University Hospital, Odense, Danimarca.

 

L’attività fisica è una pietra miliare nel trattamento e nella prevenzione del diabete tipo 2, tuttavia è stato riscontrato che un allenamento classico di resistenza aerobica come per esempio il jogging fornisce solo un modesto (10-20%) miglioramento della sensibilità all’insulina. Studi recenti suggeriscono che l’allenamento ad intervalli ad alta intensità (HIIT, dall’inglese High-Intensity Interval Training) che consiste in brevi sedute di intenso esercizio anaerobico con periodi di recupero meno faticosi può essere una strategia più efficace e che gli effetti benefici possono essere ulteriormente migliorati attraverso il coinvolgimento di più gruppi muscolari.

La dott.ssa Petersen e il suo team hanno reclutato un totale di 48 uomini: 15 uomini con diabete di tipo 2 che erano anche obesi [Indice di Massa Corporea (BMI) medio pari a 31 kg / m2], in confronto a due gruppi di pari età di uomini sani tolleranti al glucosio; tra questi 15 erano in eccesso di peso [Obesità di 1° grado come i soggetti con diabete tipo 2,  Indice di Massa Corporea (BMI) medio pari a 31 kg / m2 ] e 18 erano normopeso [Indice di Massa Corporea (BMI) medio pari a 24 kg / m2 ].

Tutti i partecipanti hanno intrapreso un programma HIIT supervisionato di 8 settimane che prevedeva 3 sessioni di allenamento a settimana, combinando periodi di ciclismo e di canottaggio.

Gli effetti dell’allenamento erano valutati utilizzando diversi strumenti: la DEXA (Dual Energy X-Ray Absorptiometry) per determinare la composizione corporea, il VO2max per calcolare la capacità di utilizzo di ossigeno in litri/minuto; la tecnica del Clamp euglicemico-iperinsulinemico combinato con la calorimetria indiretta per valutare metabolismo e sensibilità dell’insulina.


Le sessioni di allenamento HIIT consistevano in blocchi di 5 sedute di esercizio da 1 minuto intervallate da 1 minuto di riposo, spostandosi tra i blocchi sulla bicicletta e sugli ergometri di canottaggio e con un volume crescente da due a cinque blocchi durante le 8 settimane.

I risultati

All’inizio dello studio (basale), gli uomini con diabete tipo 2 avevano una sensibilità all’insulina ridotta del 35-37% e di conseguenza una minore ossidazione lipidica mediata dall’insulina di circa il 13% (maggiore è la resistenza all’insulina e maggiore è l’ossidazione dei lipidi, ovvero dei grassi, a scopo energetico) rispetto ai soggetti non diabetici. Dopo aver praticato 8 settimane di HIIT, tutti i partecipanti hanno mostrato grandi miglioramenti nella sensibilità all’insulina (minore resistenza insulinica). Sono stati osservati aumenti medi del 32-37% della sensibilità insulinica negli uomini normopeso e negli uomini con obesità, mentre l’aumento nel gruppo con diabete tipo 2 è stato in media del 44%.

Anche i livelli di zucchero nel sangue (glicemia) sono migliorati nei soggetti con diabete tipo 2, con conseguente abbassamento della glicemia a digiuno e una riduzione dell’emoglobina glicata (HbA1c, parametro molto importante che misura la stabilità della glicemia degli ultimi 3 mesi).

Gli autori hanno anche evidenziato che la massa grassa corporea si è ridotta di 1,6-2,3 kg in tutti e i tre gruppi, mentre la massa magra è aumentata di 0,9-1,5 kg negli uomini con obesità, sia con che senza diabete tipo 2. Inoltre, è stato osservato che il VO2max è aumentato del 10% negli uomini sani normopeso e in quelli con obesità e del 15% nel gruppo con diabete tipo 2.

 

Conclusioni

Gli autori concludono: “Un protocollo HIIT che coinvolga sia i muscoli della parte inferiore che superiore del corpo migliora in modo efficiente la sensibilità all’insulina, il VO2max e la composizione corporea nella stessa misura nei soggetti con obesità e diabete di tipo 2 così come negli individui sani e normopeso”. E aggiungono: “Nei pazienti con diabete di tipo 2, il protocollo HIIT ha anche migliorato il controllo glicemico (emoglobina glicata)”.

 

 

References

– MH Petersen, ME de Almeida, et al – High-intensity interval training combining biking and rowing markedly improves insulin sensitivity, body composition and VO2max in obesity and type 2 diabetes. #EASD2020, 24 settembre 2020, Abs 195

 

 


VUOI CONTATTARE STILNUOVO, LA PALESTRA DELLA SALUTE?
Ecco tutti i riferimenti per i contatti
@stilnuovohealthfitnessclub
? 055 573683 ? 393 941 0448
? info@stilnuovo.org
? www.stilnuovo.org    

 

**  Fosse solo una palestra, non si chiamerebbe Stilnuovo. La squadra di professionisti di Stilnuovo, composta da tecnici federali, laureati e specializzati in scienze motorie, progetta, realizza e promuove attività motorie e sportive caratterizzate in particolare da progressioni e protocolli di allenamento mirati alla prevenzione al fine di mantenere un buono stato di salute dei propri tesserati-iscritti. Nel farlo, Stilnuovo, la palestra della salute, si affida a una continua ricerca tecnico-scientifica, all’utilizzo di tecnologia all’avanguardia, alla collaborazione con il mondo sanitario ed universitario, alla cura degli elementi ludico-ricreativi propri dello sport e all’estrema attenzione nell’architettura dei nostri ambienti. Non dimentichiamo l’importanza di creare emozioni, proponendo esperienze fitness dinamiche e coinvolgenti, per trasmettere così l’importanza del movimento a tutti i livelli, indipendentemente dall’età o dalle qualità fisiche. Diffondiamo la cultura dello sport e promuoviamo la pratica di esso come fattore di formazione e di benessere psico-fisico, morale e sociale. Mettiamo lo sport al servizio della cultura e della salute al fine di migliorare la qualità della vita… Health Sport Fitness.  

Potrebbero interessarti