Diabete tipo 1, genitori giovani e inesperti temono di più l'ipoglicemia

Diabete tipo 1, genitori giovani e inesperti temono di più l’ipoglicemia

A cura di Antonio Cabras, Federazione Nazionale Diabete Giovanile

 

Secondo uno studio pubblicato su Diabetic Medicine, la paura dei genitori che si verifichino episodi di ipoglicemia nei figli diabetici in età pediatrica è associata in gran parte a caratteristiche sociodemografiche non modificabili, tra cui età, istruzione, nazionalità, ma anche a fattori psicologici modificabili, come la consapevolezza genitoriale.

 

«Questo è il primo studio a esaminare in contemporanea le caratteristiche del bambino e del genitore, in termini di fattori psicologici sociodemografici, clinici e modificabili, in relazione alla paura dei genitori dell’ipoglicemia» dice Jori Aalders, della Tilburg University, nei Paesi Bassi, prima autrice dello studio.

 

Campione e metodi dello studio

Per identificare i fattori correlati alla paura dell’ipoglicemia tra genitori di bambini di età compresa tra 4 e 18 anni con diabete di tipo 1, i ricercatori hanno estratto i dati sociodemografici, clinici e psicologici dal set di dati Diabetes MILES YouthThe Netherlands. I questionari utilizzati per la raccolta delle informazioni includevano le seguenti scale di valutazione: l’Hypoglycaemia Fear Survey – Parent Worry (paura dei genitori dell’ipoglicemia), il Freiburg Mindfulness Inventory – Short version (consapevolezza) e l’ Interpersonal Mindfulness in Parenting Scale (genitorialità consapevole), e un totale di 421 genitori, di cui 359 madri, hanno partecipato allo studio.

 

Sintesi dei risultati

L’analisi di regressione lineare ha dimostrato che una maggiore paura dell’ipoglicemia da parte dei genitori era correlata a un’età dei genitori più giovane, a un più basso livello di istruzione, a una nazionalità non olandese, al monitoraggio della glicemia più frequente e a una minore consapevolezza generale. In particolare, gli individui con una minore valutazione critica verso se stessi e meno reattivi alle emozioni all’interno delle interazioni genitoriali riferivano una minore paura dell’ipoglicemia.

Questi risultati sottolineano l’importanza degli interventi basati sul rinforzo della consapevolezza all’interno del contesto di genitori, in modo di rendere il genitore più resiliente alla paura dell’ipoglicemia.

 

Reference

Aalders , E. Hartman et al – Research: Educational and Psychological Aspects Mindfulness and fear of hypoglycaemia in parents of children with Type 1 diabetes: results from Diabetes MILES YouthThe Netherlands. Diabetic Medicine, in press 2018

 

 

 

Potrebbero interessarti

  • 9 giugno 2018Diabete tipo 1: emergenza chetoacidosi. È allarme!Stupisce come in Italia ancora manchi una cultura adeguata che permetta una diagnosi precoce del diabete di tipo 1. Nonostante appelli e campagne educazionali, si fatica ancora a riconoscere immediatamente i segnali premonitori del diabete di tipo 1, peraltro semplici da notare: tanta sete e tanta pipì. Basterebbe di prassi un controllo della glicemia. “È indispensabile creare una […] Posted in Diabete di tipo 1
  • 10 maggio 2018Il Decalogo AIOP per il paziente con diabeteL’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP), per favorire una maggiore consapevolezza sull’igiene di denti e gengive, e aiutare le persone con diabete a prendersi cura della propria salute orale e migliorarne la relazione con il dentista di fiducia ha stilato uno specifico decalogo di riferimento. Posted in Denti e gengive
  • 22 maggio 2018I Centri Diabetologici allungano la vitaUna recente metanalisi di studi italiani pubblicata sul numero di maggio della prestigiosa rivista Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Disease e basata su dati prospettici raccolti in Lombardia, Veneto e Piemonte, ha evidenziato che le persone con diabete assistite anche presso i Centri Diabetologici (oltre 500 in tutta Italia) presentano una mortalità per tutte le cause ridotta […] Posted in Italia