Standing ovation a chiusura di un grande evento: Diabeteasy #2 a Bologna

Standing ovation a chiusura di un grande evento: Diabeteasy #2 a Bologna

È stato tra gli eventi clou di marzo 2019 dedicati alla ricerca. Sotto tutti i punti di vista. Parliamo di Diabeteasy #2, seconda edizione, che si è svolto a Bologna, il 23 marzo, un evento di grande rilevanza scientifica che ha radunato tra i relatori alcuni ricercatori e medici di altissimo livello internazionale per parlare dello stato della ricerca per il trattamento del diabete di tipo 1, tra terapie e tecnologie innovative. Nulla è stato lasciato al caso: organizzazione efficiente, professionale, ma con una conduzione empatica, ironica e coinvolgente come i bolognesi sanno fare bene. Location adeguata per il prestigio dell’occasione, il Mast di Bologna, una struttura innovativa e tecnologica, con un grande Auditorium, dall’acustica perfetta, con una capienza di 400 spettatori, comodamente seduti su poltroncine Frau.
Una di quelle occasioni in cui è bello poter dire “Noi c’eravamo”. Grazie a tutti i relatori per una giornata davvero di grande interesse. Un grazie speciale a Roberto Lambertini, blogger di Il mio diabete, il suo team di giovani studiosi con diabete di tipo 1 e a Salvatore Santoro, presidente di AGD Bologna per l’impeccabile organizzazione in una sede di grande prestigio.

 

 

Lo stato della ricerca per il trattamento del diabete tipo 1

Il 23 marzo 2019 presso l’Auditorium della Fondazione MAST si è tenuto “Diabeteasy #2 – Lo stato della ricerca per la cura del diabete tipo 1, tra terapie e tecnologie innovative” . Un evento aperto e interattivo rivolto ai pazienti, loro familiari e  studenti universitari, durante il quale sono stati trattati i temi più caldi della ricerca concentrati sulla cura del diabete di tipo 1 e sulle tecnologie avanzate nel trattamento della patologia.
L’obiettivo dell’evento era volto a migliorare e diffondere la conoscenza scientifica e l’impegno, i progressi e le difficoltà della ricerca in tale ambito.
Il responsabile scientifico dell’evento era  il prof. Andrea Pession, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria del Policlinico Universitario Sant’Orsola di Bologna che ha anche moderato l’evento, coadiuvato da Mauro Malaguti e Roberto Lambertini con il supporto web/social di Klau Kostaj.

 

Videostreaming dell’evento

Per chi lo desiderasse, tutto l’evento è stato trasmesso in videostreaming e si trova a questo indirizzo:

1)  Diabeteasy #2 – Sessione Antimeridiana → vimeo.com/326021754
2)  Diabeteasy # 2 – MAST introduzione sessione pomeridiana → vimeo.com/326298489
3)  Diabeteasy #2 –  MAST Sessione pomeridiana → vimeo.com/326013696

 

Video dei singoli interventi

Di seguito, i video dei singoli interventi, seguendo l’ordine del programma che trovate qui: il programma di Diabeteasy #2, 23 marzo, Bologna »

 

 

• TERAPIE AVANZATE

Terapie cellulari, immunoterapie e agenti terapeutici per il diabete di tipo 1
1° PARTE: Presentazione del Centro di ricerca internazionale sul diabete tipo 1 Romeo ed Enrica Invernizzi ♦ Diretto dal Prof. Paolo Fiorina, il Centro si trova a Milano, all’Ospedale “L. Sacco”, padiglione 62, 1° piano. ♦ Ne ha dato una panoramica la d.ssa Francesca D’Addio, ricercatrice d’eccellenza – che da anni collabora con il prof. Fiorina.
facebook.com/diabetecom/videos/275810306687343

2° PARTE: Focus su ♦ TERAPIE AVANZATE ♦ Terapie cellulari, immunoterapie e agenti terapeutici per il #diabetetipo1 – Luci e ombre: ne ha parlato a Bologna il prof. Paolo Fiorina: “Stresso ancora sul concetto che serve scienza e ricerca di alto livello fatta con rigore e attenzione, senza scorciatoie!”.
facebook.com/diabetecom/videos/27139728041606

 

•  LA TECNOLOGIA NELLA GESTIONE DEL DIABETE MELLITO

Dai sistemi di supporto decisionale alla telemedicina
Relazione del dr. Federico Bertuzzi, SSD Diabetologia, Ospedale Niguarda, Milano presentata ieri al Diabeteasy #2 di Bologna. Il dr. Bertuzzi ha sottolineato quanto sia importante “il lavoro delle Associazioni di pazienti con diabete sia per la formazione, l’assistenza, la sensibilizzazione ma anche per l’affiancamento ai ricercatori e ai diabetologi …”.
facebook.com/diabetecom/videos/306394266693875

 

•  LA TRANSIZIONE

Un racconto a più voci: l’antropologia incontra la facilitazione
Intervento a cura dell’Ing. Gianluca Gambatesa e d.ssa Alessandra Mangatia
facebook.com/alessandra.mangatia.9/posts/2406850599333340

 

•  I PANCREAS ARTIFICIALI: PROGRESSO E TECNOLOGIA

Il prof. Stefano Zucchini, Responsabile del Centro Regionale per la Diabetologia Pediatrica del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna, fa il punto dello stato dell’arte sul pancreas artificiale a oggi.
facebook.com/diabetecom/videos/2188383961476393/

DOMANDE SUI PANCREAS ARTIFICIALI
Quando sarà disponibile il primo e completo pancreas artificiale indossabile? Misurerà anche i chetoni nel sangue? Il pancreas artificiale è in grado di intercettare l’attività fisica e sportiva grazie ai suoi algoritmi? e altre riportate nel video.
♦  Rispondono il prof. Stefano Zucchini e il dr. Giulio Maltoni, Centro Regionale per la Diabetologia Pediatrica del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna
facebook.com/diabetecom/videos/568994820271982/

 

•  MEDICINA RIGENERATIVA E IMMUNOMODULAZIONE PER IL DIABETE TIPO 1

Ha introdotto queste tematiche di grande attualità e interesse per la platea, l’ospite d’onore, il prof. Camillo Ricordi, Direttore del Diabetes Research Institute di Miami che ha fatto un focus in particolare sulle Terapie Anti-Rigetto fino alle Nuove Frontiere dell’Immunomodulazione per lnduzione di Tolleranza Immunitaria nei Trapianti e Autoimmunità. La presentazione è suddivisa in 5 parti per questione di lunghezza, le prime 3 dalla sale (prof. Camillo Ricordi) e le ultime 2 in collegamento con Miami (dott. Giacomo Lanzoni, dr. David Baidal).

PARTE → facebook.com/diabetecom/videos/383148279191820

PARTEfacebook.com/diabetecom/videos/558337728006924
Straordinarie immagini esclusive di cellule mesenchimali staminali, isole pancreatiche e microvasi in microscopia in vivo. Il prof. Camillo Ricordi spiega anche che cos’è la tempesta nutrizionale perfetta che è andata scoppiando nelle ultime decadi, in seguito all’aumento del consumo di cibi proinfiammatori (#omega6, cibi raffinati) a discapito di cibi a valenza protettiva ricchi di #omega3 e #polifenoli.

3° PARTE → facebook.com/diabetecom/videos/368130470456849
3° e ultima parte della presentazione del prof. Camillo Ricordi, Direttore del Diabetes Research Institute di Miami. Il prof. Ricordi parla degli studi in corso e di quelli condotti dal prof. Francesco Cadario in Diabetologia Pediatrica dell’Ospedale Maggiore di Novara con un Protocollo di studio approvato dall’FDA per l’uso sperimentale di alti dosaggi di #omega3 e #vitaminaD. I dati sembrano molto promettenti. A proposito di sintesi di vitamina D, lo sapete che cos’è la “Shadow Rule” – Guardate il video, il prof. Ricordi lo spiega proprio all’inizio.

4° PARTE → facebook.com/diabetecom/videos/2218792081500871
Intervento via streaming dal Diabetes Research Institute (DRI) dell’Università di Miami del prof. Giacomo Lanzoni che parla delle strategie per rigenerare, sostituire e proteggere le cellule beta pancreatiche che producono insulina. A supporto un esclusivo schema illustrato e dinamico che integra e semplifica la spiegazione.

5° PARTE → facebook.com/diabetecom/videos/651213035309176
Studio Trial Net – Type 1 Diabetes Progression – L’intervento via streaming dal Diabetes Research Institute (DRI) dell’Università di Miami del dr. David Baidal, MD, Endocrinologo, Assistant Professor of Medicine del prof. Camillo Ricordi. TrialNet è un consorzio internazionale di ricercatori, esperti in diabetologia e immunologia, che collaborano con l’obiettivo di prevenire e/o curare il diabete di tipo 1.

♦  TrialNet comprende 18 Centri negli Stati Uniti, Canada, Australia/Nuova Zelanda ed Europa. Il Dipartimento di Medicina dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele a Milano è sede del Centro di TrialNet per l’Italia.

♦  Le aree di ricerca di TrialNet sono tre: (1) storia naturale ed evoluzione della malattia; (2) Prevenzione e (3) Terapie per preservare la secrezione insulinica residua ancora presente in molti soggetti con diabete di tipo 1 di recente riscontro (diagnosi di diabete di tipo 1 da non oltre 3 mesi).

♦  Per contatti, si può scrivere a Paoline Grogan 📨 grogan.pauline@hsr.it  ☎ +39 02 26433176

 

•  POTENZIALE DIFFERENZIATIVO DI CELLULE DERIVATE DALLA MEMBRANA AMNIOTICA IN CELLULE CHE PRODUCONO INSULINA
facebook.com/diabetecom/videos/599634357186818
Un altro progetto di ricerca molto interessante in corso presso il Dimes dell’Università di Bologna, illustrato dalla prof.ssa Laura Bonsi /1° PARTE (in cui si spiega molto bene che cosa siano le cellule staminali e le differenze tra le varie popolazioni di queste cellule che si evidenziano nella vita prenatale e anche nella vita postnatale) e il prof. Francesco Alviano/2° PARTE (in cui si illustrano gli aspetti più sperimentali del progetto di ricerca anche qui supportato da immagini esplicative ed esclusive). Un progetto supportato da AGD Bologna, Associazione Giovani Diabetici di Bologna.

 

•  STANDING OVATION FINALE
www.facebook.com/diabetecom/videos/573220059835133

 

•  VIDEO DI AGD BOLOGNA

Per chi volesse maggiori informazioni su Agd Bologna, Associazione Giovani Diabetici e la sua sede, un vero paradiso per i bambini, potete vedere il video qui → facebook.com/diabetecom/videos/405949029981845

Agd bologna – un paradiso per bambini e famiglie
Via della Guardia n. 28/2, Bologna
CONTATTI: ☎ 329 2942245 📨 agdbologna@gmail.com – www.agd-bo.net

🏡 La sede è uno splendido centro di accoglienza, formazione e informazione per le famiglie di bambini con DT1 e non solo
🏡 Anche il prof. Camillo Ricordi ha lasciato il suo segno, scoprite dove nel video
🏡 Il parco di oltre 4000 mq, consente di organizzare attività ludico-ricreative e sportive
🏡 L’immobile di oltre 450 mq, disposto su 2 piani consente di organizzare
♦  campi educativi per bambini e ragazzi
♦   incontri di mutuo aiuto tra genitori con differenze esperienze, psicologi ed educatori
♦  soggiorni per i familiari dei giovani pazienti durante l’ospedalizzazione che segue l’esordio del DT1
♦  incontri e corsi periodi di formazione e aggiornamento su alimentazione e device tecnologici
♦  incontri con altre associazioni che non dispongono di spazi adeguati per le loro attività
🎥 Guardate, il video, le immagini parlano da sole. Passate parola

 

Potrebbero interessarti

  • 12 marzo 2019Gestione del Diabete di tipo 1: AMD elabora il primo PDTA“Associazione Medici Diabetologi (AMD) e Diabete Tipo 1: come valorizzare il percorso di cura” è il summit che si è tenuto a Ravenna l’ 8-9 Marzo 2019 al Grand Hotel Mattei. Dalla tecnologia al coinvolgimento empatico del paziente, gli esperti hanno fatto il punto su tutte le novità nella gestione del diabete tipo 1 (DMT1) e hanno illustrato il primo Piano Diagnostico Terapeutico […] Posted in Assistenza e diabete
  • 21 maggio 2019Nutraceutici e dislipidemieLe linee guida congiunte della Società Europea di Cardiologia (SEC) e della Società Europea di Aterosclerosi (ESC/EAS) consigliano l’uso dei fitosteroli nella gestione clinica delle dislipidemie, tra gli interventi pre-farmacologici, nei soggetti a rischio cardiovascolare basso-moderato. Anche i soggetti che sviluppano effetti collaterali con i farmaci tradizionali (statine) possono […] Posted in Nutraceutici
  • 3 aprile 2019#6 – Il trapianto è vitaRitornando indietro nel tempo a quei momenti in cui ho - come dico io -  gozzovigliato, senza ascoltare il mio primario, ricordo quando mi disse senza giri di parole: “Guarda che le complicanze prima o poi busseranno alla tua porta”. Avrei dovuto ascoltarlo e invito tutti ad ascoltare i medici perché le complicanze evolvono in modo silente. Solo i controlli le possono evidenziare […] Posted in Fabio Braga