Uno e mezzo: è il nuovo tipo di diabete

La scoperta di un nuovo tipo di diabete può aprire nuove prospettive nella ricerca medica e nella cura della malattia; la scoperta è avvenuta osservando che il 30% dei malati di diabete giovanile, quello di tipo 1, presenta gli stessi sintomi dei malati di diabete di tipo 2 e che il 4% di questi ultimi presenta le complicanze tipiche del diabete di tipo 1, quello degli adulti, insulino dipendente. Stefano Del Prato, presidente eletto della Società Italiana Diabete (Sid) e presidente in pectore dell’European Association for the Study of Diabetes (Easd), ha spiegato la novità; ai due tipi di diabete conosciuti si aggiunge infatti il nuovo tipo, il tipo Uno e mezzo, che si presenta con i sintomi di tutti e due i tipi di diabete: «Esiste una commistione sempre maggiore tra il cosiddetto diabete giovanile e quello definito adulto».

 

 
Fonte 13 settembre 2011, ansa.it

Potrebbero interessarti

  • 19 aprile 2018La regola del 15La“regola del 15” rappresenta un sistema di trattamento/correzione dell’ipoglicemia di grado lieve-moderato (ovvero in cui l’individuo è cosciente e in grado di assumere alimenti per bocca) che compare a partire da valori di glicemia inferiori a 70 mg/dl. L’ipoglicemia lieve-moderata può determinare sintomi come: sudorazione fredda e/o con mal di testa, tremore alle mani e alle gambe, […] Posted in Ipoglicemia
  • 18 maggio 2018I vaccini raccomandati nelle persone con diabetePer la prima volta, le vaccinazioni sono incluse a pieno titolo anche nelle raccomandazioni degli Standard di Cura del Diabete Mellito, le Linee Guida italiane redatte in maniera congiunta dalle due società scientifiche SID e AMD, di cui è stata appena pubblicata la revisione 2018. Posted in Terapia
  • 24 maggio 2018La ricerca italiana in diabetologia: tante eccellenze, pochi finanziamenti5mila pubblicazioni su riviste internazionali dal 2000 ad oggi. 500 ricercatori italiani impegnati nel campo della ricerca sul diabete. La ricerca italiana è tra le più quotate nel mondo. Peccato che venga poco valorizzata e promossa dai magri finanziamenti pubblici (una media di circa 8 mila euro all’anno per singolo ricercatore). L’appello della Fondazione Diabete Ricerca Onlus a […] Posted in Ricerca scientifica