A Cotignola Centro per il Piede Diabetico

Al Villa Maria Cecilia Hospital di Cotignola (Ravenna) il professor Luca Dalla Paola, medico chirurgo specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio, sta creando con la sua équipe un Centro per la diagnosi e il trattamento del piede diabetico mettendo a frutto l’esperienza maturata ad Abano Terme, dove aveva creato un centro di importanza nazionale per la diagnosi e la cura del piede diabetico. L’obiettivo del nuovo Centro è di arrivare a 100 visite ambulatoriali al giorno e a 1.500 ricoveri all’anno.
Come spiega il professor Dalla Paola: «Il diabete cresce in modo preoccupante, ne soffre infatti il 7% della popolazione, di cui il 15% subisce le conseguenze di complicanze croniche agli arti inferiori, risolte finora con l’amputazione e le relative, gravi conseguenze sulla vita del paziente e i notevoli costi sociali. Oggi però l’amputazione non è più l’unica strada contro le infezioni che si aggrediscono invece preventivamente, evitando così l’amputazione nel 90% dei casi».
I centri specializzati nel trattamento del piede diabetico sono in Italia ancora insufficienti rispetto alla diffusione della malattia: due a Milano, uno a Pisa, uno a Roma e ora quello in nascita a Cotignola, che rimpiazza quello di Abano Terme. Il professor Dalla Paola aggiunge: «A Cotignola intendo allestire un team multidisciplinare in cui siano coinvolti diabetologi, cardiologi, chirurghi vascolari e chirurghi plastico-ricostruttivi per creare una rete virtuosa che sia in grado di fare prevenzione e ridurre i costi assistenziali».
Luca Dalla Paola, vicentino, si è laureato all’Università di Padova nel 1990 dove si è anche specializzato in Endocrinologia e Malattie del Ricambio; dal 1990 al 2006 ha prestato servizio nella Divisione di Malattie del Ricambio e Servizio di Diabetologia dell’Ospedale Regionale S.Bortolo di Vicenza; dal 1996 al 2003 è stato organizzatore e responsabile del Servizio di Endocrinologia e Malattie del Ricambio alla Casa di Cura ‘Villa Berica’ di Vicenza. Ha fondato l’Unità Operativa per il trattamento del Piede Diabetico presso il Presidio Ospedaliero di Abano Terme, della quale è stato responsabile dal 2003 al marzo 2009, quando è passato al Gruppo Villa Maria. È attualmente professore nella Scuola di specializzazione in Chirurgia Vascolare dell’Università di Bologna e membro di società italiane e internazionali che si occupano della cura del piede diabetico.

 

 
Fonte: 25 marzo 2010, comunicati.net

Potrebbero interessarti

  • 13 febbraio 2017Le malattie delle unghieLe malattie che interessano comunemente le unghie (o parti di esse) di mani e piedi possono avere molte cause: infezioni, microtraumi, traumi, psoriasi, dermatiti, eczema, deformità, utilizzo di scarpe incongrue, malattie congenite... Posted in Unghie e onicopatie
  • 15 febbraio 2017Che cos’è l’onicogrifosi?Il termine onicogrifosi descrive un’unghia che assomiglia a un artiglio. È un segno di disuguale crescita della matrice dell’unghia che produce una lamina ungueale che cresce più in spessore che in lunghezza, ricurva lateralmente perché cresce di più da un lato rispetto all’altro e spesso con la punta rivolta all’ingiù. Posted in Unghie e onicopatie
  • 8 marzo 2017Diabete e alimentazione: un legame imprescindibileRoma, 18-19 Marzo 2017. L’evento è caratterizzato da un importante risvolto pratico, e si propone di migliorare la formazione professionale del team diabetologico, incentivando le competenze specifiche dei professionisti del settore sanitario pubblico e privato. Posted in EVENTI - 2017