A Cotignola Centro per il Piede Diabetico

Al Villa Maria Cecilia Hospital di Cotignola (Ravenna) il professor Luca Dalla Paola, medico chirurgo specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio, sta creando con la sua équipe un Centro per la diagnosi e il trattamento del piede diabetico mettendo a frutto l’esperienza maturata ad Abano Terme, dove aveva creato un centro di importanza nazionale per la diagnosi e la cura del piede diabetico. L’obiettivo del nuovo Centro è di arrivare a 100 visite ambulatoriali al giorno e a 1.500 ricoveri all’anno.
Come spiega il professor Dalla Paola: «Il diabete cresce in modo preoccupante, ne soffre infatti il 7% della popolazione, di cui il 15% subisce le conseguenze di complicanze croniche agli arti inferiori, risolte finora con l’amputazione e le relative, gravi conseguenze sulla vita del paziente e i notevoli costi sociali. Oggi però l’amputazione non è più l’unica strada contro le infezioni che si aggrediscono invece preventivamente, evitando così l’amputazione nel 90% dei casi».
I centri specializzati nel trattamento del piede diabetico sono in Italia ancora insufficienti rispetto alla diffusione della malattia: due a Milano, uno a Pisa, uno a Roma e ora quello in nascita a Cotignola, che rimpiazza quello di Abano Terme. Il professor Dalla Paola aggiunge: «A Cotignola intendo allestire un team multidisciplinare in cui siano coinvolti diabetologi, cardiologi, chirurghi vascolari e chirurghi plastico-ricostruttivi per creare una rete virtuosa che sia in grado di fare prevenzione e ridurre i costi assistenziali».
Luca Dalla Paola, vicentino, si è laureato all’Università di Padova nel 1990 dove si è anche specializzato in Endocrinologia e Malattie del Ricambio; dal 1990 al 2006 ha prestato servizio nella Divisione di Malattie del Ricambio e Servizio di Diabetologia dell’Ospedale Regionale S.Bortolo di Vicenza; dal 1996 al 2003 è stato organizzatore e responsabile del Servizio di Endocrinologia e Malattie del Ricambio alla Casa di Cura ‘Villa Berica’ di Vicenza. Ha fondato l’Unità Operativa per il trattamento del Piede Diabetico presso il Presidio Ospedaliero di Abano Terme, della quale è stato responsabile dal 2003 al marzo 2009, quando è passato al Gruppo Villa Maria. È attualmente professore nella Scuola di specializzazione in Chirurgia Vascolare dell’Università di Bologna e membro di società italiane e internazionali che si occupano della cura del piede diabetico.

 

 
Fonte: 25 marzo 2010, comunicati.net

Potrebbero interessarti

  • 19 novembre 2016L’approccio multidisciplinare come scelta sostenibile nella gestione del diabeteA Palermo, in occasione del VIII Convegno Nazionale della Fondazione dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD), 17-19 novembre 2016, un Simposio dedicato alla cura del diabete come malattia ad alta incidenza epidemiologica e socio-sanitaria. Posted in Italia
  • 8 dicembre 2016Podologo: l’esperto per la cura dei piediNelle competenze del podologo rientrano le asportazioni di tessuti cheratinici ipertrofici, la cura delle patologie delle unghie [onicocriptosi (unghia incarnica), onicogrifosi, onicomicosi], la riabilitazione del passo con tecniche appropriate e con l’utilizzo di presidi ortesici. Posted in Piede diabetico
  • 12 gennaio 2017Piemonte: la nuova Rete Territoriale Endocrino-DiabetologicaIl dottor Alessandro Ozzello, Presidente della Sezione AMD Piemonte-Valle D’Aosta e direttore del Servizio di Diabetologia Ospedale Pinerolo Asl Torino 3, commenta le trasformazioni del modello esistente, in seguito all'approvazione della Delibera della Giunta Regionale, n. 27-4072 del 17.10.2016 e illustra i cambiamenti positivi per la presa in carico di persone con diabete mellito. Posted in Regioni