Maculo e retinopatia: lo screening perché il diabete non ci rubi la vista

Maculo e retinopatia: lo screening perché il diabete non ci rubi la vista

Per tutto il mese di febbraio 2019, è in corso una campagna di screening in 30 centri oculistici di eccellenza, con decine di specialisti che saranno a disposizione per visite e diagnosi gratuite mirate a scoprire la maculopatia e la retinopatia, gravi complicanze del diabete; patologie che insidiano la vista e possono condurre a cecità.

Giocare d’anticipo è meglio

Questa grande campagna di screening per le maculo e retinopatie diabetiche, in corso dal 4 al 28 febbraio 2019, ha l’obiettivo di sensibilizzare le persone con diabete al controllo regolare degli occhi: individuare in fase precoce una maculo o una retinopatia, consente di agire più efficacemente evitando l’evoluzione del danno in gravi complicanze. La campagna  è realizzata con la partecipazione di Centri pubblici e privati, con il contributo di Università e società scientifiche e con il patrocinio di enti comunali e ministeriali.

Un nuovo concetto di assistenza sanitaria

Grazie a questo tipo di campagne sociali si attua e si persegue un nuovo concetto di assistenza sanitaria; si punta al raggiungimento di una condizione di salute ottimale sia per il singolo sia per la collettività, dove il compito non è solo dello Stato, ma della società nel suo complesso che contribuisce, in modo attivo a garantire il benessere psicofisico con una sensibilizzazione concreta,  un’attenta prevenzione e con un’incisiva terapia, somministrata con tempestività.
L’antico, ottocentesco Welfare State si sta evolvendo verso un concept più contemporaneo di Welfare Community con il coinvolgimento e la partecipazione attiva e consapevole di tutta la società, nelle sue molteplici forme. E naturalmente l’informazione, capillare e completa, gioca un ruolo fondamentale. La campagna sullo screening per le maculo e retinopatie diabetiche di febbraio 2019, che ha il patrocinio del Ministero della Salute, vuole anche rendere ancora più solido e radicato un modello positivo di collaborazione iniziato negli anni scorsi  tra i responsabili della salute pubblica e i 30 centri oculistici che hanno aderito all’iniziativa, mettendo a disposizione gratuitamente sia i propri specialisti sia le costose e aggiornatissime attrezzature (→ “EyeArt: l’intelligenza artificiale per la cura dei nostri occhi”)

Promosso dal CAMO, Centro Ambrosiano Oftalmico di Milano (di cui il dr. Lucio Buratto è direttore scientifico) e dallOspedale-Università Vita Salute San Raffaele di Milano (di cui il prof. Francesco Bandello è ordinario di oftalmologia), lo screening si prefigge l’obiettivo di individuare i casi “sommersi” che spesso –  arrivando troppo tardi all’osservazione e alla diagnosi dello specialista – diventano molto più difficili e onerosi da curare.

Alla base di una mobilitazione che parte dalla front line degli ottici e dei farmacisti e passa dalla rete dei medici di famiglia, ci sono i numeri di un allarme rosso sul diabete, tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha parlato di “pandemia”: nel mondo i diabetici sono 443 milioni, e si stima che saliranno a 700 milioni nel 2025.

In Italia, secondo l’Istat, il diabete colpisce il 5,5% della popolazione, circa 3,2 milioni di persone. Molti di essi – se non diagnosticati e curati in tempo – rischiano gravi deficit visivi e addirittura la cecità. Bisogna salvarli dal buio. Con una diagnosi precoce ci si può riuscire.

References

Previeni la maculopatia diabetica »

Screening per retinopatia diabetica »

Retinopatia: una complicanza da non sottovalutare »

Società Italiana di Oftalmologia »

Retinopatia diabetica – IAPB Italia Onlus »

Retinopatia diabetica – Società Italiana di Diabetologia »

Potrebbero interessarti

  • 30 Agosto 2022La psicologia del positivoOggi si parla tanto di resilienza, forse troppo, in psicologia, in psichiatria, in neurologia, in economia, tra la gente comune, ma cosa significa essere resilienti? Posted in Guide generali
  • 1 Agosto 2022Entra in gioco con la testa“Se incontri un ostacolo… trasformalo in un tuo alleato! Entra in gioco con la testa” sottolinea con forza Nicoletta Romanazzi, Mental Coach di Marcel Jacobs. Posted in Guide generali
  • 20 Luglio 2022“Diabete e sport” se ne parla a Orobica, Storia di popoli“Orobica: storia di Popoli” è un weekend immersivo nell’antichità, e un’occasione per parlare di “diabete e attività sportiva” da parte del prof. Paolo Fiorina, scienziato di fama internazionale, attivo nella ricerca sul diabete di tipo 1 e 2. Posted in EVENTI - 2022