Il decalogo per “Prevenire il diabete di tipo 2”

Il decalogo per “Prevenire il diabete di tipo 2”

I consigli della Società Italiana di Diabetologia* e dall’Associazione Medici Diabetologi**

Prevenire il diabete tipo 2 si può con uno stile di vita sano. “Per prevenire il diabete di tipo 2 aiuta anche mangiare ogni giorno 2 forchettate di pasta in meno e fare 4 passi in più, con regolarità, abitualmente”. E’ la semplice ricetta suggerita dalla Società Italiana di Diabetologia (SID) e dall’Associazione Medici Diabetologi (AMD), insieme a questi sani comportamenti che valgono per tutti:

 

  1. Mantieni il tuo peso vicino alla norma (o poco superiore) e, se sei in eccesso di peso, cerca di dimagrire (il diabete di tipo 2 tende ad associarsi o a essere favorito in caso di sovrappeso/obesità).
  2. Mangia una porzione abbondante di verdura ad ogni pasto e almeno due porzioni di frutta ogni giorno.
  3. Alterna i cereali integrali (pane e pasta) a quelli raffinati; favorisci sempre quelli integrali.
  4. Consuma con moderazione, in occasioni speciali, insaccati e formaggi grassi.
  5. Sostituisci ogni tanto la carne con i legumi e non dimenticare di mangiare il pesce, almeno una/due volte alla settimana.
  6. Condisci con olio d’oliva, ma senza esagerare con la quantità (pochi cucchiai al giorno).
  7. Limita il consumo di dolciumi a 1-2 volte alla settimana e bevi pochissime bibite zuccherate, se proprio non puoi farne a meno.
  8. Consuma tranquillamente il caffè, ma non superare 1-2 bicchieri di vino (meglio rosso) al giorno. Evita i superalcolici.
  9. Non fumare. Nemmeno il fumo degli altri. Il fumo è veramente dannoso non solo per i polmoni, soprattutto se si fuma tutti i giorni, abitualmente. Guarda i danni che fa il fumo di sigaretta, in tutto l’organismo.
  10. Fai movimento, ogni giorno. Per esempio una passeggiata di almeno 30 minuti e alzati almeno ogni ora dalla sedia o dal divano. Camminare è lo sport aerobico per eccellenza. Una semplice passeggiata – a patto di avere un passo sostenuto – può essere un’attività fisica efficace quanto altre pratiche sportive più articolate e complesse. È un’attività semplice ed economica, facilmente praticabile, anche in compagnia. Ha molteplici benefici sia sul fisico che sull’umore.In questo periodo di emergenza Covid-19, puoi anche salire e scendere le scale almeno una o due volte al giorno o seguire un programma online di fitness, in base al proprio allenamento e alle proprie capacità, ti deve far star bene. Magari insieme a qualche altro membro della famiglia, può essere più stimolante in questo periodo difficile. Per gli spostamenti, quanto ti è possibile, usa la bicicletta.

 

 

 

LEGGI ANCHE

La dieta della persona con diabete »

Anche le porzioni contano per mangiare in modo sano ed equilibrato »

Più cereali integrali, per tutti, per prevenire il diabete tipo 2 »

Rinforzare le difese immunitarie a tavola »

Sostituti naturali dello zucchero: informazioni sull’uso »

Bevande zuccherate, light & Co »

 

 

* L’Associazione Medici Diabetologi (AMD), costituita nel 1974, con oltre 2000 iscritti è la più grande associazione scientifica della diabetologia italiana. Affiliata all’International Diabetes Federation (IDF), AMD: (1) promuove la diffusione sul territorio di strutture idonee alla prevenzione, diagnosi e cura del diabete mellito; (2) si occupa della qualificazione professionale e dell’aggiornamento culturale del personale sanitario operante in tali strutture; (3)  si adopera affinché la diabetologia e la figura del medico diabetologo acquisiscano e mantengano la loro autonomia dal punto di vista didattico e clinico e costituiscano il principale punto di riferimento nella cura del paziente con diabete.
L’AMD promuove la ricerca in campo diabetologico, clinico e terapeutico e collabora con le altre istituzioni che hanno finalità e interessi comuni.

 

** La Società Italiana di Diabetologia –  fondata nel 1964 a Roma  è una associazione no-profit, articolata in 17 sezioni regionali e guidata da un presidente e da un consiglio direttivo nazionale eletti ogni due anni dai circa 2000 soci. In campo diabetologico e metabolico la SID svolge attività di promozione e conduzione della ricerca scientifica, di formazione e aggiornamento per medici e altri operatori sanitari, di divulgazione alle persone con diabete e alla comunità nel suo complesso, di politica sanitaria nell’organizzazione dell’assistenza.
La SID mira a tutelare gli interessi delle persone con diabete e delle loro famiglie, a promuovere la conoscenza della malattia per migliorarne la diagnosi e la cura, a far implementare strategie di prevenzione primaria, secondaria e terziaria, a valorizzare l’operato dei diabetologi e di quanti operano nella lotta al diabete. La SID, insieme alla Fondazione Diabete Ricerca e alla Associazione Diabete Ricerca, mette in atto programmi di raccolta fondi provenienti da istituzioni pubbliche e private, da aziende e da singoli cittadini al fine di sostenere la ricerca in campo diabetologico.

 

Potrebbero interessarti