Vinci il campionato contro il diabete

Vinci il campionato contro il diabete

Le iniziative congiunte di AMD* e SID**

 

Lo sport, da sempre ‘amico’ delle persone con diabete, quest’anno lo è ancora di più. LEGA SERIE A, infatti, scende in campo contro il diabete a fianco della Società Italiana di Diabetologia (SID) e dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) in occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2020, che si celebra ogni anno il 14 novembre. Sul sito e canali social di LEGA SERIE A passerà l’immagine di una mascherina per ricordare a tutti l’importanza di proteggersi contro l’infezione COVID-19 per vincere la partita contro il Coronavirus (SARS-CoV-2) e di adottare uno stile di vita corretto, fatto di sana alimentazione e di tanta attività fisica, per vincere il campionato contro il diabete.

 

I decaloghi di AMD e SID

All’immagine saranno collegati due decaloghi, uno su ‘Diabete e COVID-19’ e l’altro ‘Prevenire il diabete’, stilati dalle due società scientifiche di diabetologia SID e AMD.

Un buon controllo del diabete è possibile, e per fare questo è indispensabile interrompere la sedentarietà e fare attività fisica – dice il prof. Francesco Purrello, presidente della Società Italiana di Diabetologia SID – Un corretto stile di vita, aiuta a mantenere un buon controllo metabolico e riduce il rischio di contrarre l’infezione COVID-19”. “Diabete ben controllato significa maggiori probabilità che l’infezione COVID-19 abbia un decorso meno problematico – aggiunge il prof. Agostino Consoli, presidente eletto della SID – Lo scompenso della glicemia aumenta invece purtroppo la possibilità che la COVID-19 abbia esiti drammatici o comunque un decorso più critico con necessità di terapia intensiva Se è presente il diabete, doppie precauzioni ed attenzione massima a mantenere un buon controllo glicemico”.

Secondo Paolo Di Bartolo, presidente dell’Associazione Medici Diabetologi AMD “non dobbiamo spaventarci! Possiamo proteggerci non solo con l’uso costante della mascherina, mantenendo il distanziamento sociale, laviamo e igienizziamo le mani ma anche e soprattutto facendo ogni sforzo per mantenere le glicemie ben controllate. Così vinceremo il nostro campionato!!”.

 

Sedentarietà e cattiva alimentazione sono i principali nemici del diabete – precisa Graziano Di Cianni, vicepresidente AMD – Anche se l’emergenza Covid ci impone di stare più tempo a casa, limitandoci negli spostamenti, non dimentichiamo l’importanza della prevenzione: mantenere un certo grado di attività fisica, stare attenti all’alimentazione ed evitare i maggiori fattori di rischio (abuso di alcol, fumo,…) aiuta tutti a stare meglio, sempre!”

 

L’impegno di LEGA SERIE A

LEGA SERIE A è da sempre vicina a ogni iniziativa che contribuisca a ricordare come lo sport, uno stile di vita e di alimentazione sani aiutino a prevenire le malattie – soprattutto quelle croniche – e restare in salute a lungo. Ancora di più in momenti drammatici come quelli che stiamo vivendo a causa del COVID-19, l’impegno della LEGA SERIE A è e sarà sempre al fianco di medici, infermieri e di quanti lavorano per la nostra salute. Indossiamo SEMPRE la mascherina e seguiamo SEMPRE la regola di mangiare sano e fare sport.

 

I numeri del diabete in Italia

Si stima che gli Italiani con diabete siano circa 4 milioni, a cui deve sommarsi almeno un altro milione di persone che è affetto da questa condizione ma non lo ha ancora scoperto, perché il diabete tipo 2, la forma più diffusa, può decorrere anche in modo silente, senza dare segni o sintomi. Per questo è utile fare almeno una volta all’anno un semplice esame del sangue, per valutare glicemia ed emoglobina glicata (valore della glicemia degli ultimi 3 mesi). Se si scopre di essere in una situazione di prediabete, è ancora possibile intervenire per fare in modo che non diventi un diabete conclamato. Una volta fatta diagnosi, il diabete ci accompagnerà per tutta la vita. Quindi meglio agire in anticipo, bloccarlo sul nascere, anzi prima.   Fondamentale per la prevenzione e il trattamento del diabete di tipo 2, l’adozione di corretti stili di vita soprattutto sul versante della dieta e dell’attività fisica, che va svolta in maniera costante.

L’endorsement del top del mondo del calcio è dunque particolarmente prezioso per aiutare a veicolare questi messaggi di salute a gran parte della popolazione.

 

 

VAI AI DECALOGHI

Decalogo AMD/SID “Diabete e Covid-19” »

Decalogo AMD/SID “Prevenire il diabete” »

 

 

Reference

LEGA SERIE A

Sito www.legaseriea.it

Facebook https://www.facebook.com/SerieA

Instagram @seriea
Twitter https://twitter.com/SerieA

 

 

* L’Associazione Medici Diabetologi (AMD), costituita nel 1974, con oltre 2000 iscritti è la più grande associazione scientifica della diabetologia italiana. Affiliata all’International Diabetes Federation (IDF), AMD: (1) promuove la diffusione sul territorio di strutture idonee alla prevenzione, diagnosi e cura del diabete mellito; (2) si occupa della qualificazione professionale e dell’aggiornamento culturale del personale sanitario operante in tali strutture; (3)  si adopera affinché la diabetologia e la figura del medico diabetologo acquisiscano e mantengano la loro autonomia dal punto di vista didattico e clinico e costituiscano il principale punto di riferimento nella cura del paziente con diabete.
L’AMD promuove la ricerca in campo diabetologico, clinico e terapeutico e collabora con le altre istituzioni che hanno finalità e interessi comuni.

 

** La Società Italiana di Diabetologia –  fondata nel 1964 a Roma  è una associazione no-profit, articolata in 17 sezioni regionali e guidata da un presidente e da un consiglio direttivo nazionale eletti ogni due anni dai circa 2000 soci. In campo diabetologico e metabolico la SID svolge attività di promozione e conduzione della ricerca scientifica, di formazione e aggiornamento per medici e altri operatori sanitari, di divulgazione alle persone con diabete e alla comunità nel suo complesso, di politica sanitaria nell’organizzazione dell’assistenza.
La SID mira a tutelare gli interessi delle persone con diabete e delle loro famiglie, a promuovere la conoscenza della malattia per migliorarne la diagnosi e la cura, a far implementare strategie di prevenzione primaria, secondaria e terziaria, a valorizzare l’operato dei diabetologi e di quanti operano nella lotta al diabete. La SID, insieme alla Fondazione Diabete Ricerca e alla Associazione Diabete Ricerca, mette in atto programmi di raccolta fondi provenienti da istituzioni pubbliche e private, da aziende e da singoli cittadini al fine di sostenere la ricerca in campo diabetologico.

 

Potrebbero interessarti